Sostegno per Ristrutturare le Imprese in Difficoltà

Le imprese in difficoltà, in Italia ma anche nel resto d’Europa, sono aumentate notevolmente a causa della difficile congiuntura economica. Per cercare di aiutare gli imprenditori che si trovano in cattive acque, il Ministero dello Sviluppo Economico ha ben pensato di istituire un apposito fondo, che dovrebbe servire a garantire la sopravvivenza, o comunque una transizione morbida, tranne che nel caso di aziende in stato di insolvenza e soggette a indagine giudiziaria). Il contributo è funzionale, ancora, ad aiutare la riconversione nel caso in cui si voglia ristrutturare la linea di produzione per migliorare la competitività sul mercato.
Per accedere a questo fondo, la cui durata massima è di 36 mesi, bisogna presentare un piano industriale che dimostri la scelta strategica dell’impresa e la possibilità di incrementare la redditività dell’azienda.
Tre sono gli interventi che possono essere finanziati: razionalizzare e riorganizzare le attività produttive; diversificare le produzioni; ristrutturare le attività già esistenti.
Il contributo sarà pari al 40% del costo totale nel caso in cui ad avanzare richieste siano piccole imprese; sarà pari al 50% nel caso di più grandi aziende.
Le domande devono essere corredate di tutti i documenti necessari ed inviate, come da procedura, all’Invitalia: saranno evase fino ad esaurimento delle disponibilità economiche stanziate.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!