Secondo l’ISTAT Crolla la Produzione in Italia nel Mese di Marzo

Categorie: News Finanziarie

Secondo gli ultimi dati raccolti dall’ISTAT nonostante le previsioni e le aspettative che c’erano intorno all’economia italiana ci si è resi conto che la produzione industriale nel mese di marzo 2014 è crollata ulteriormente, mentre invece era stato previsto un leggero incremento.

Grafico-Crisi

Facendo la media dei dati del mese di marzo 2014 si ha un aumento di 0.1 % rispetto agli ultimi mesi dello scorso 2013, tenendo presente l’importante flessione che c’era stata nel mese di febbraio; ma la riduzione tendenziale tenendo presenti tutti i dati la flessione è stata solamente dello 0.4%.

Questa è la situazione generale del settore industriale e se vogliamo vedere un segno positivo dobbiamo prendere in considerazione solamente il settore dei beni strumentali che ha avuto un +0.6%, -3.2% per i beni di consumo, -0.5% per l’energia e -0.1% per i beni intermedi. In risalita invece troviamo settori come i prodotti in metallo con un +7.5%, mezzi di trasporto +5.1% così come per gli autoveicoli che rispetto al 2013 hanno avuto un +16%.

Il recupero produttivo a cui stiamo assistendo in Italia è molto limitato rispetto a quanto era stato previsto, stando ai dati attuali si pensa che nell’anno 2016 la crescita si dovrebbe registrare intorno allo 0.6%, mentre per quest’anno dicono che dovrebbe essere intorno allo 0.4%; la speranza di molti è che già dal 2015 ci possa essere una vera e propria svolta per l’economia italiana altrimenti si rischia di vedere una crescita ancora troppo lenta per diversi anni.

Non resta che attendere i prossimi mesi per capire come si evolverà l’economia di questo 2014 questo dipende anche dalle riforme che verranno portate a termine.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!