Secondo la Cina non Bisogna Costruire Nuovi Palazzi Pubblici

Categorie: News Finanziarie

Il governo cinese ha stabilito cosa fare per far sviluppare la propria economia, per questo ha deciso di bloccare la costruzione di edifici pubblici per almeno 5 anni; la nuova direttiva è stata resa pubblica il 24 luglio ed è contro l’ostentazione.

Chinese workers assemble televisions at a factory of leading electronics producer Hisense

Xi Jinping il presidente di questo paese ha deciso di prendere dei seri provvedimenti per fare in modo che la propria economia possa risalire e svilupparsi: questo provvedimento per la costruzione di edifici fa parte di una nuovissima campagna di moralizzazione per dare anche un’immagine più pulita di questo governo.

Il leader cinese ha preso una decisione importantissima per quanto riguarda l’ostentazione di ricchezza eccessiva che coinvolge il suo governo, queste sono di solito la normalità nelle amministrazioni provinciali.

I governi locali hanno fatto infatti troppo spesso l’errore di costruire degli edifici di lusso come se fossero dei negozi di gioielleria, oppure prendendo come esempio delle costruzioni famose che si trovano in tutto il mondo come nel caso del Campidoglio di Washington.

Solo quello del governo cinese è costato moltissimo all’economia visto che è stato pagato circa 30 milioni di yuan che sono 3.6 milioni di euro.

Il provvedimento che è stato preso anche per gli edifici governativi, per i centri dell’addestramento professionale che purtroppo troppo spesso sono stati costruiti violando tutte le principali leggi; non resta che vedere se queste spese evitate e praticamente inutili possano aiutare davvero l’economia cinese a risollevarsi.

Come punto d’inizio questo è sicuramente un buon modo per cercare di evitare l’ostentazione di ricchezza che porta a spese eccessive.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!