Secondo il DEF Risparmiano le Famiglie più Povere sull’IRPEF

Categorie: News Finanziarie

I dati attuali della nostra economia sono davvero critici a partire dal milione in meno di occupati, e poi a crollare in modo vertiginoso è stato soprattutto il potere d’acquisto delle famiglie che si sono ritrovate sempre più povere anche a causa della diminuzione del loro stipendio che non gli permette di arrivare alla fine del mese.

economia italia

A quanto pare però le misure del DEF porterebbero a delle conseguenze positive per il tenore di vita delle famiglie italiane soprattutto quelle più povere: il PIL grazie alla riduzione dell’IRPEF si dovrebbe alzare di almeno lo 0.2%.

Questo significa che ci saranno ben 700 euro di risparmio all’anno che potranno essere investiti almeno in parte nei consumi.

Per fare in modo però che si riequilibrino tutti i conti e che scenda la disoccupazione, soprattutto per quella giovanile che è quella a preoccupare maggiormente, non servono piccoli passi avanti ma piuttosto una crescita stabile e duratura per gli anni a venire.

Ridurre il peso del debito sul PIL è sì altrettanto importante ma deve essere fatto nel modo giusto, non solo infatti gestendo in modo parsimonioso le finanze a disposizione ma anche migliorando la capacità di crescita dell’intera economia.

Si tratta di progetti molto ambiziosi quelli che Renzi vuole raggiungere per l’Italia ma per farlo, sono ancor più necessarie le riforme e le dismissioni che permettano alla nostra economia di ripartire così come anche un maggiore potere d’acquisto per le famiglie che non consumano.

Crescita è questa la parola d’ordine e il DEF dovrebbe contribuire concretamente.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!