Renzi Contro l’UE e i Compiti da Fare a Casa

Categorie: News Finanziarie

Matteo Renzi si è recato ad uno dei primi impegni europei visto che si sono radunati per discutere della situazione ucraina, ma allo stesso tempo ha affermato con fermezza che non intende ricevere più suggerimenti su cosa deve fare l’Italia perché lui sa perfettamente cosa fare per il paese.

Euro-Europa

Renzi sa perfettamente che l’UE ha messo di nuovo sotto controllo speciale l’Italia, ma non si sente in alcun modo disposto a ricevere i compiti da fare a casa com’è stato fatto dai suoi predecessori; e come ha risposto per chi gli ha chiesto come vanno i conti italiani?

Per il momento non è possibile dare delle certezze all’UE ma è comunque possibile affermare che i primi provvedimenti in Italia riguarderanno certamente il settore del lavoro, e subito dopo la crescita che è fondamentale per riportare in alto il paese.

L’unica cosa chiesta all’UE è di aspettare fino al 12 visto che il voto è stato rimandato in Parlamento a lunedì a causa di altri impegni di alcuni parlamentari; secondo Saccomanni non sono necessarie delle manovre correttive per sistemare i conti del nostro paese.

Accelerare i tempi sulla realizzazione dei provvedimenti e delle riforme sono importanti per tranquillizzare l’Europa che comunque è molto vigile forse anche troppo sull’economia; non resta che attendere la prossima settimana per capire se l’UE apprezzerà almeno in parte gli sforzi italiani a livello economico.

Matteo Renzi sta continuando a far valere il proprio programma politico con tutte le autorità ma continuano ad esserci contestatori, riuscirà a portare veri risultati?

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!