Reinventarsi a 50 Anni come Badanti

Categorie: News Finanziarie

Non è sempre una scelta effettuata cuor leggero, anzi spesso si è preda di sentimenti contrastanti, ma l’esigenza di poter disporre di qualche soldino in più, in tempi di crisi, è tale per cui non si possono avere troppe pretese.
Soprattutto, poi, se il problema occupazionale riguarda le donne, che tipicamente sempre meno considerate dal punto di vista delle professione, rispetto ad un uomo, almeno in Italia. Nel nostro Paese, infatti, persino quando il picco occupazionale in rosa è stato al massimo, ha sempre presentato uno scarto considerevole con altre e più avanzate società europee.



Ad oggi, poi, che la crisi morde pesantemente consumi e cittadini, sembra proprio che le italiane decidano di tornare ad occupare anche quei posti notoriamente poco appetibili e poco appaganti, pur di poter aiutare famiglie in difficoltà, magari a causa della cassa integrazione del marito e della disoccupazione a cui vengono costretti i figli. Si torna, quindi, a fare il lavoro di cura, per bambini o più spesso anziani, entrando in quel mercato che vedeva al primo posto le straniere: donne dell’Est Europa, filippine, rumene.
Un consiglio: intuito il trend, non mancano le iniziative portate avanti da alcuni enti sul territorio che propongono corsi di formazione e di specializzazione. Una buona idea, quindi, da cogliere al volo, per potersi reinserire a pieno titolo nel mercato del lavoro, ottenendo anche una qualifica professionale che aiuterà certo ad ottenere una migliore retribuzione.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!