Regali di Natale: utili e duraturi, così vuole la crisi

Categorie: News Finanziarie

Anche Babbo Natale paga lo scotto della crisi: è quanto appare ormai chiaro dalle analisi e dalle stime condotte dalla Federconsumatori. L’associazione non ha potuto fare a meno di sottolineare come le difficoltà del mercato del lavoro incidano sull’acquisto dei tradizionali regali di Natale per i grandi ma anche per i più piccini: il potere d’acquisto delle famiglie è calato e i tagli si faranno sentire, quantificandosi in almeno un 5% in meno di spesa, a fronte di un aumento generalizzato dei prezzi anche del 15%.



Il volume degli acquisti cala e si deve necessariamente puntare ad una scelta ragionata dei prodotti da acquistare: per questo motivo, sembrerebbe che i consumatori siano maggiormente propensi ad orientarsi su beni durevoli o gadget elettronici, l’unico settore che, seppure sempre lievemente, sembra non subire mai perdite ma contenuti aumenti.

I cesti natalizi pieni di prelibatezze alimentari sono un altro dei doni che mette d’accordo un po’ tutti e non teme il rincaro dei prezzi: viene, evidentemente, percepito come qualcosa di utile e di ben accetto, oltre che di valore sociale molto elevato se punta a far conoscere specialità locali che aiutano i piccoli produttori ad incassare qualche extra per meglio fronteggiare la crisi.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!