Pronti contro Termine – Titoli Finanziari

Categorie: Come Risparmiare

Con l’espressione “pronti contro termine” si intende una speciale operazione finanziaria che coinvolge un compratore e una controparte. Chi decide di comprare acquisisce una determinata somma o un certo quantitativo di titoli già “pronti” e si impegna a rivendere il medesimo totale acquisito, ad un prezzo prestabilito, alla controparte stessa.

Questo genere di operazione finanziaria è nata verso la fine degli anni Settanta in Italia, quando la Banca Centrale aveva forte la necessità di controllare quanta moneta venisse immessa nel sistema; tuttavia, dato il successo riscontrato, è rimasta come una delle opzioni per gestire e investire i propri risparmi più gettonate da parte di imprese e cittadini.



Di solito, la durata dei pronti contro termine è definita a priori in un mese fino ad un massimo di sei, comunque prorogabili, e sono legati allo scambio di obbligazioni o di titoli presenti sul mercato.

I pronti contro termine racchiudono diversi vantaggi: oltre a dare la possibilità di controllare la moneta immessa nel sistema, sono uno strumento utile per l’indicizzazione dei tassi d’interesse e per ottenere dei finanziamenti d’impresa con scadenze decisamente brevi.

Inoltre, i risparmiatori privati possono vincolare il proprio denaro per davvero poco tempo, ottenendo comunque un discreto ritorno economico con un rischio molto contenuto.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!