Previdenza Complementare: Come ci si Deve Muovere?

Categorie: Previdenza

Visto il periodo di grandi cambiamenti che stiamo affrontando è molto difficile capire come ci si deve muovere nel mondo della previdenza complementare. I fondi pensione sono diventati una necessità anche per i lavoratori molto giovani che si trovano già a dover pensare alla propria pensione; in qualche modo è assolutamente necessario cercare di garantirsi la migliore aspettativa di vita.

Il sistema previdenziale al momento è basato su tre pilastri: pensione pubblica, fondi pensione chiusi e aperti, piani pensionistici individuali; la somma dei contributi versati dai lavoratori formano il montante individuale, che quando si arriva alla pensione viene moltiplicato per il coefficiente di trasformazione.

Il montante però viene anche proporzionato in base agli investimenti che vengono fatti da coloro che gestiscono i fondi; in base al suo profilo di rischio ogni lavoratore può tranquillamente decidere a quale tipo di fondo vuole aderire, se azionario, obbligazionario, misto, ecc…

Ma hanno una rendita questi fondi? Dalle ricerche fatte in questi ultimi mesi sembra proprio di sì, solo il comparto azionario ha subito delle perdite; la cosa migliore da fare in vista della pensione è mettere i propri soldi nei cosiddetti fondi sicuri, che abbiano quel rendimento costante garantito così da poter avere un piccolo capitale.

A cosa serve concretamente la previdenza complementare? Serve a tutti coloro che vogliono mantenere lo stesso tenore di vita che avevano quando lavoravano nel momento in cui andranno in pensione mettendo da parte un piccolo capitale in grado di garantire una stabilità economica al soggetto. Bisogna pensare al futuro…

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!