Prestiti quasi Impossibili per Lavoratori Autonomi e Precari

Categorie: Prestiti Personali

Ottenere della liquidità dagli enti erogatori per alcune categorie di persone può risultare una vera e propria impresa. Ciò che è certo è che in questi giorni come mai in precedenza, si parla davvero spesso dei prestiti e della necessità di liquidità degli italiani. Quando si parla però di lavoratori autonomi o precari difficilmente vengono erogati i prestiti. Da Bankitalia arriva il più recente dato che c’è stato un sostanziale irrigidimento da parte delle banche nei confronti delle famiglie che si trovano nello specifico in queste due situazioni; quando si parla di loro infatti c’è una bassissima possibilità che il prestito venga accettato anche se di cifra minima.

Coloro che non possono garantire le opportune garanzie per richiedere il prestito se lo vedono negare da ogni istituto bancario: prima di tutto ora le banche tendono a richiedere che venga aperto un conto nella banca per tenere d’occhio le entrate del debitore; viene richiesta inoltre di solito almeno una busta paga o la dichiarazione dei redditi cosicché possa dimostrare l’affidabilità creditizia del cliente. Infine, moltissime banche oltre alla firma del richiedente richiedono anche quella di un secondo garante che possa effettuare il pagamento della rata qualora il richiedente non ci riesca. Ottenere liquidità è sempre più complicato!

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!