Prestiti per i Giovani: Come Funzionano e Come si Richiedono

Categorie: Prestiti

Come già abbiamo sentito molte volte anche in televisione aln telegiornale sono proprio i giovani ad avere attualmente bisogno di liquidità, soprattutto perché sono disoccupati e quindi non hanno alcun risparmio da parte con cui poter andare avanti. Proprio per questo ci sono diverse soluzioni per richiedere prestiti a favore dei giovani.

Visto che questa situazione non riguarda solamente l’Italia l’Unione Europea ha messo a disposizione dei giovani dai 18 ai 30 anni, dei finanziamenti che possono avere principalmente due scopi: progetti che riguardano le organizzazioni civili oppure che riguardano progetti commerciali e imprenditoriali.

Attraverso una graduatoria i giovani hanno la possibilità di accedere a questo tipo di finanziamenti, soprattutto per chi punta all’internazionalizzazione e all’innovazione. E per i giovani che invece sono lavoratori precari come possono fare?

Non sono certamente pochi i giovani che hanno contratti di lavoro precari, e questo potrebbe anche portarlo a non pagare la rata mensile del prestito richiesto; sono stati creati proprio per questo dei prestiti su misura per loro perché hanno dei tassi d’interesse estremamente contenuti ed una grande flessibilità per quanto riguarda il rimborso.

L’età massima è 35 anni per accedervi e nei 18 mesi degli ultimi due anni si deve aver lavorato, oltre ovviamente al fatto che la precarietà deve essere dimostrabile: questi sono i requisiti per accedere a questo tipo di prestiti. Possono accedere a questi finanziamenti perché è stato messo a disposizione dallo Stato un fondo di garanzia.

Vengono usati dai giovani anche per l’acquisto della prima casa, oppure per finanziare i propri studi; il contratto di lavoro a tempo determinato è un requisito fondamentale per accedere ai prestiti riservati ai lavoratori precari.

Parlando invece dei prestiti ai giovani in generale, questi di solito non hanno una durata superiore a 5 anni, si possono ottenere fino a 15.000 euro con rate davvero accessibili e tassi d’interesse al minimo; ci sono però anche degli istituti che concedono 30.00 euro da rimborsare in 6 anni.

C’è la possibilità di posticipare la rata senza alcun costo aggiuntivo come invece avviene di solito, inoltre sono di solito a zero spese visto che si devono corrispondere alla banca solamente gli interessi passivi per l’importo ricevuto.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!