Prestiti: Ecco Alcune delle Condizioni Generali

Categorie: Prestiti

Quando un soggetto si trova davanti alla necessità di richiedere un prestito, non può non guardare le condizioni generali a cui viene proposto, questo perché spesso possono celare delle spese che fanno impennare la somma dovuta alla banca o all’istituto di credito.

Prima di tutto bisogna calcolare in tutto la spesa del finanziamento, per capirlo è necessario analizzare ogni voce di spesa: una delle più importanti è sicuramente il TAEG perché racchiude il costo totale di un finanziamento, infatti a parità di importo e di durata del finanziamento è possibile trovare quello a condizioni migliori confrontando i vari TAEG.

Dopo di questo c’è il TAN che è il costo effettivo delle spese del finanziamento, e spesso può trarre in inganno perché molti pur di vendere propongono un TAN molto basso che spesso nasconde un TAEG molto elevato.

Le spese di istruttoria sono quelle che servono alla banca o all’istituto di credito per aprire la pratica del finanziamento, che di solito equivalgono a circa l’1% del totale finanziato e siamo intorno ai 50-100 euro. Bisogna stare molto attenti però quando si firma l’anticipo di spesa perchè esso non è compreso nelle spese d’istruttoria.

E se invece ci si trova davanti ad un prestito a tasso zero? Ci vuole ancora più attenzione visto che davanti a questa apparente convenienza potrebbe nascondersi una spesa iniziale davvero elevata e soprattutto inaspettata.

Il soggetto può anche scegliere di estinguere il prestito prima della scadenza e può essere fatto versando la cifra residua, ed in questo caso può essere prevista una penale che non deve ovviamente superare i limiti di legge; per estinguerlo prima il cliente deve essere informato su quanto può effettivamente risparmiare se lo fa.

Si deve anche tenere conto che ci possono essere anche le spese assicurative abbinate al prestito richiesto che fanno lievitare ulteriormente la somma dovuta all’istituto di credito; ci sono però anche le spese per l’incasso della rata mensile soprattutto se si sceglie l’accredito sul proprio conto corrente.

Infine, se si desidera avere a casa periodicamente un estratto conto di ciò che è rimasto da pagare del finanziamento questo verrà inserito tra le spese.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!