Poste Italiane: Ecco le Ultime Iniziative che Riguardano i Prestiti

Categorie: Prestiti

Si sa che Poste Italiane è divenuto ormai un riferimento per molti italiani anche per quanto riguarda i prestiti visto che periodicamente ci sono diverse offerte e agevolazioni per coloro che desiderano richiederne uno; ecco le ultime offerte per questo 2012 di Poste Italiane.

Prima di tutto, bisogna dire che chi è titolare di un conto corrente Banco Posta ha a disposizione se lo desidera un Fido Bancario e cioè una specie di prestito personalizzato che viene stabilito insieme ad un consulente di Poste Italiane: si tratta in concreto di una piccola riserva di denaro nel caso in cui il proprio conto finisca in rosso, e può arrivare fino ad un massimo di 5 mila euro in base allo stipendio del richiedente.

Per chi invece è titolare di un libretto postale ma non di un conto Banco Posta, potrà richiedere un prestito a condizioni più agevolate fino al 10 novembre: l’esito della richiesta si saprà in modo quasi immediato e la somma viene data in poco tempo.

L’importo massimo che si può richiedere è 10.000 euro e si può rimborsare entro massimo 6 anni, le spese che riguardano l’avvio della pratica e la gestione del finanziamento sono del tutto gratuite e si può scegliere direttamente l’accredito automatico o i bollettini postali per il rimborso.

Come si fa ad approfittare di questa offerta? E’ sufficiente recarsi presso un ufficio postale e parlare con un consulente specializzato portando con sè il documento d’identità, la tessera sanitaria ed un documento che attesti il proprio reddito.

Fino al 30 novembre invece, Poste Italiane propone diverse soluzioni di prestito per quelle famiglie che hanno diversi figli che frequentano la scuola: ogni nucleo familiare può richiedere fino ad un massimo di 5.000 euro.

Le spese del prestito sono tutte gratuite, si può scegliere di farsi accreditare la rata direttamente sul proprio conto Banco Posta così come l’accredito della cifra: si rimborsano entro un massimo di 24 mesi visto che si tratta di cifre per lo più piccole.

Mille euro se il figlio frequenta elementari o medie, 2 mila se frequenta la scuola media superiore, e 3 mila se frequenta l’università, la specializzazione o un corso professionale.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!