Per la Seconda Rata dell’IMU la Strada è Ancora Lunga

Categorie: News Finanziarie

In questi giorni all’interno del mondo politico a tenere banco è sicuramente la questione della seconda rata dell’IMU sospesa che ancora non ha ricevuto le giuste coperture, cosa per cui anche l’Europa si preoccupa e non poco; ma vediamo nel dettaglio quali sono gli ostacoli che portano ad una decisione che sia definitiva.

soldi-2

Sono tante le proposte avanzate dalle varie fazioni politiche per porre rimedio a questa situazione diventata ormai insostenibile dell’impossibilità di coprire il buco lasciato dalla sospensione del pagamento della seconda rata dell’IMU: questo non solo ha portato ad un vero e proprio collasso per la Legge di Stabilità anche se è stata definita nel dettaglio solamente da pochi giorni.

In questi giorni nel nostro Parlamento non solo si stanno collocando i titoli pubblici ma si sta anche pensando a come fare per trovare i famosi fondi che dovrebbe coprire il buco: l’indicazione di coperture non certe e l’avanzare di proposte per l’innalzamento dell’impatto della manovra sul cuneo fiscale non ha fatto altro che rallentare l’intero procedimento.

La seconda rata dell’IMU scadrebbe il 16 dicembre e quindi i tempi sono estremamente corti per trovare una soluzione, l’ideale proposto già da alcuni sarebbe quello di utilizzare ciò che deriva dall’aumento del valore delle quote delle banche; ciò che preoccupa ancora di più è che a mancare è anche l’accordo di tipo politico e non solo economico.

Il tempo stringe quindi i fondi devono essere trovati ed utilizzati nel modo più appropriato per coprire tutte le lacune della Legge di Stabilità.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!