Parametri per Valutare la Propria Posizione Patrimoniale

Categorie: Finanza

Com’è possibile effettuare una valutazione attendibile della propria situazione economica, al fine da capire se risulta conveniente o sostenibile la richiesta di un finanziamento? Per non correre inutili rischi, pur con una certa approssimazione, potrebbe essere sufficiente effettuare un’analisi onesta e completa di ciò di cui si dispone, a cominciare dal reddito percepito e dal tipo di contratto con il quale si è inquadrati in azienda. È chiaro che un contratto a tempo indeterminato in un’impresa solida finanziariamente offre molte più garanzie di un lavoro a progetto o della libera professione, ma unitamente a ciò, andrebbe presa in esame anche la possibilità di progredire e di fare carriera, così da incrementare anche il proprio reddito annuale.
Il livello di anzianità raggiunto, insieme alla propria età, è un indicatore importante, che non dovrebbe essere trascurato per avere una percezione delle prospettive reali e a portata di mano sul medio termine.
Anche la composizione del proprio nucleo familiare è importante. Avere dei figli piccoli da crescere significa predisporsi a sostenere delle spese aggiuntive che potrebbero inficiare la capacità di rimborso nel caso in cui il prestito richiesto fosse troppo oneroso.
Allo stesso modo, se già si è a conoscenza di particolari progetti futuri impegnativi, come il cambiare città, lavoro o casa, si dovrebbe essere più cauti nel contrarre un debito, preferendo un finanziamento di piccola portata e, magari, almeno in parte ripianabile prima della sua naturale scadenza.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!