Pagamenti Contactless

I pagamenti contactless identificano quei sistemi di pagamento elettronico che vengono usati per gestire le spese di piccola entità e giorno per giorno. Non c’è necessità di strisciare una carta di credito: basta avvicinare lo smartphone o un dispositivo analogo alla cassa e parte l’invio di un messaggio con il quale si completa l’acquisto.

Le tecnologie su cui si basa questa possibilità sono due, entrambe molto avanzate. Una è la NFC e l’altra è PayPal Mobile. Nel primo caso, avvicinando il cellulare dotato all’interno di un microchip NFC al Pos, si determina il pagamento. Viene considerato un ottimo metodo, solitamente, per cifre inferiori ai 25 euro.



Nel secondo caso, avviene il collegamento direttamente con l’account PayPal di cui si dispone (il nome esatto della tecnologia di riferimento è Bump) e il pagamento risulta completato dopo aver avvicinato e “shakerato” un paio di volte i due dispositivi.

La sicurezza di questi metodi non sembra convincere troppo gli utenti che, a quanto pare, sembrano preferire al massimo i pagamenti via sms, ad esempio per acquistare il biglietto della metropolitana o il gratta e sosta per il parcheggio, così come avviene ormai in una trentina di capoluoghi di provincia a cominciare da Milano e Roma.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!