Novità tra le Numerose Offerte di Mutuo

Categorie: Mutui

Come ben si sa, di tipologie di mutuo ne esistono davvero tante, così come tante sono le offerte messe a punto da banche e istituti di credito.

Tra le novità di questi ultimi mesi, possiamo analizzare in particolare tre proposte che si configurano per l’interesse suscitato e per le peculiarità possedute. Com’è giusto che sia, ad ogni modo, è sempre bene leggere i fogli informativi e chiedere presso il maggior numero possibile di istituti di credito, in modo da avere un quadro chiaro della situazione, al momento della stipula.



La prima, tra le novità della nostra lista è il quella che va sotto il nome di “Mutuo SAR Aperto”, una proposta che mescola tasso e variabile nel corso del tempo. Inizialmente, infatti, il tasso d’interessi è fisso, successivamente si potrà scegliere per un variabile o per il proseguimento con lo stesso tasso: la scelta diventa possibile dopo appena tre anni.

Questo innegabile vantaggio deve essere però compensato da un po’ di occhio per i mercati finanziari, altrimenti si rischia di non essere in grado di capire quando e come passare dall’uno all’altro. Il mutuo potrà essere estinto anche in anticipo senza incappare in alcun tipo di penale. L’importo ottenibile può arrivare a massimo l’80% del valore dell’immobile.

Il richiedente potrà anche decidere per una polizza sull’abitazione, da stipulare con la stessa banca.

“Mutuo Sempre Light” prodotto di Ubi Banca, invece, è una soluzione che cerca di mettersi in linea con le tendenze di un mercato del lavoro sempre più complesso e flessibile, in cui il lavoro stabile non è una certezza per molto tempo. La particolarità è, prima di tutto, nella durata, trattandosi di un mutuo a 50 anni, una durata difficilmente proposta dagli istituti di credito; in più è previsto un tasso variabile con decurtazione dello spread, che aiuta ad ottenere una riduzione del peso della rata, pur se di poco. Anche in questo caso, il finanziamento ammissibile arriva fino all’80% del valore dell’immobile e lo spread viene diminuito ogni cinque anni di uno 0,05%.

La polizza sottoscrivibile riguarda sia quella sull’immobile che quella vita: resta comunque facoltativo aderire a questo tipo di iniziativa.

Tra le proposte analizzate oggi, rimane da analizzare, a questo punto, la “Domus Block” di Intesa San Paolo. Si tratta sempre di un mutuo a tasso variabile ma con tetto massimo stabilito, il cosiddetto “capped rate”, che sta conoscendo un grande successo, poiché sembra coniugare risparmio e sicurezza. Infatti, con l’opzione del tetto massimo vi sarà sempre un limite all’oscillazione massima del tasso. Tuttavia, per ottenere questo tipo di vantaggio si deve rinunciare ad altri come la sospensione della rata o la variazione della durata, che è compresa sempre tra i 10 e i 30 anni.

Questa tipologia di mutuo prevede l’abbinamento a due diverse assicurazioni: una, per proteggere il mutuo, che serve a garantire l’assicurato nel caso in cui dovessero esservi difficoltà per il pagamento delle rate e l’altra che riguarda la copertura in caso di incendio, fulmini o scoppio.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!