Nella Questione MPS Dubbi sull’Acquisto di Antonveneta

Categorie: News Finanziarie

La questione di MPS scoppiata proprio in questi giorni sta portando non pochi strascichi non solo nella nostra economia ma anche nella reputazione della Monte Paschi Siena; i maggiori dubbi sono emersi con le indagini sull’assorbimento della Banca Antonveneta.

mps

I dubbi più importanti che sono emersi dalle indagini sono quelli riguardanti la presunta operazione suicida intrapresa dalla Banca, che probabilmente nascondeva dietro vantaggi ancora non molto chiari come ad esempio tangenti o commissioni in nero.

Anche da alcune email che sono state analizzate però è emerso che c’è una cattiva organizzazione dietro ai gravi problemi della MPS secondo le quali infatti i crediti non verrebbero investiti nel modo corretto; il problema fondamentale sarebbe la governance incentrata totalmente su Amsterdam.

A quanto pare però anche Botin aveva cercato di fare in modo che non ci fossero le due diligence e che il prezzo dell’assorbimento dell’Antonveneta venisse aggiustato; mentre invece Mussari chiese a Botin di poterla effettuare senza mai concretamente riuscirci.

Mussari è stato interrogato dagli inquirenti ma molto probabilmente avvalendosi della facoltà di non rispondere ha fatto un gravissimo errore; visto che è in attesa di un documento da MedioBanca i suoi legali hanno fatto sapere che sarà pronto a rispondere ad ogni tipo di domanda solamente a partire da giovedì.

Un sospetto sempre più fondato sembra essere quello che vede Mussari in possesso di un ottimo documento di difesa e per questo stia cercando di prendere tempo; solamente nei prossimi giorni sapremo come si evolverà la vicenda e se davvero il documento di Mussari è valido.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!