Mutuo Costruzione, Ristrutturazione e Completamento della Casa

Categorie: Mutui

Di mutui ne esistono tanti, e ciascuna tipologia è pensata per rispondere alle diverse esigenze dei richiedenti. Non esistono, infatti, soltanto i finanziamenti per l’acquisto di un immobile, ma tante altre opzioni, molto interessanti qualora si voglia avere accesso al credito ma si abbiamo obiettivi e progetti più vari.

Fra i mutui più utili, da questo punto di vista, ma anche ai quali prestare maggiore attenzione del dovuto, sono quelli erogati per la costruzione della casa dei propri sogni. Se si possiede un piccolo terreno edificabile, di sicuro poter costruire la casa desiderata è quanto tutti si auspicano di poter fare, ma per ottenere ciò c’è bisogno prima di tutto di avere i soldi a disposizione, il tasto dolente di tutte le famiglie.



Allora, la strada da percorrere è senza dubbio quella di recarsi presso uno o più istituti di credito per chiedere una serie di preventivi, ma è importante che questo passaggio venga compiuto al più presto, prima dell’inizio dei lavori e una volta che si possiede il progetto definitivo. Infatti, resta molto più semplice finanziare dei lavori non ancora iniziati, che un cantiere già operativo: se volete mantenere alte le vostre chance, quindi, recatevi in banca e iniziate a discutere del budget che intendete spendere. Potrebbe anche capitarvi che la banca ponga delle condizioni particolari per l’erogazione della cifra richiesta come, ad esempio, una data certa per il termine ultimo dei lavori, con la consegna del certificato di abitabilità incluso, accatastamento definitivo e fatturazione completa.

Il finanziamento viene erogato, di norma, in più tranche, almeno tre, il che implica una certa attenzione al pagamento delle ditte che effettueranno la costruzione, o si rischia di trovarsi con un grosso scoperto.

Ad ogni modo, è molto indicato affidarsi ad un perito e ad un tecnico di parte, oltre che ad un consulente di fiducia che potrebbe gestire per noi tutta la pratica che, come si è visto, si annuncia piuttosto complessa.

Non bisogna farsi troppe illusioni, tuttavia, se si è liberi professionisti, commercianti o titolari d’azienda: in questi casi l’erogazione di un mutuo è più difficile e bisogna rientrare più strettamente nei parametri bancari.

Il mutuo completamento, invece, è indicato per il finanziamento della fine dei lavori nella propria abitazione. Magari, infatti, in una fase iniziale la costruzione è stata inaugurata usando il denaro risparmiato sino a quel momento, ma poi ci si renda conto che i fondi non sono più sufficienti oppure che vi è l’esigenza di effettuare altre spese per la ristrutturazione di un immobile acquistato allo stato grezzo.

Anche questa operazione finanziaria va seguita con una certa attenzione, ma gli importi dovrebbero comunque essere meno elevati del primo caso preso in esame e quindi più facilmente ottenibili.

Esiste poi il mutuo ristrutturazione vero e proprio, che serve per finanziare la ristrutturazione di una proprietà già posseduta o che si è in procinto di comprare. In questo caso, possono essere finanziati tutti i lavori, dalla pitturazione delle pareti alla posa dei pavimenti, alla riparazione degli impianti fino alla realizzazione di installazioni di pannelli solari. Attenzione solo ad una clausola che, in genere, riguarda l’importo minimo da richiedere: difficilmente viene concesso un mutuo di questo tipo per cifre inferiori ai trentamila euro.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!