Mutui: E’ Arrivato il Momento di Passare al Tasso Fisso

Categorie: Mutui

Quando ci si trova davanti alla necessità di richiedere un mutuo, nella maggior parte dei casi per l’acquisto della prima casa, una delle scelte più complesse da fare è sicuramente quella del tipo di tasso. Certamente, la scelta viene fatta in base a diverse esigenze dei clienti, anche se il primo scopo è quello di pagare al mese una rata che non gravi troppo sul bilancio famigliare.

Ora però, c’è una grande novità nel mondo dei mutui, infatti chi ha un mutuo a tasso variabile e l’ha richiesto per un a ristrutturazione o per l’acquisto della casa potrà effettuare il cambio del tasso: se infatti, il mutuo è a tasso variabile entro la fine di quest’anno tutti i clienti avranno la possibilità di passare al tasso fisso.

Ci sono alcune semplici condizioni da soddisfare per poter richiedere il cambio di tasso: infatti, il debito totale non deve essere maggiore di 200.000 euro, il reddito annuale della persona non deve superare i 35.000 euro, e infine colui che paga il mutuo non deve avere delle situazioni di mora per quanto riguarda i pagamenti.

Questo certamente potrà portare ad un vantaggio fondamentale: infatti, richiedendo un mutuo in questo modo, non si dovrà subire l’inflazione del tasso d’interesse che sicuramente dovrà esserci nei prossimi anni così come accade nel caso di tasso variabile.

Mentre invece se i tassi dovessero nei prossimi anni diminuire (altamente improbabile a causa della crisi economica), questo potrebbe risultare uno svantaggio. La scelta del proprio tasso d’interesse deve essere sempre fatto sotto consiglio di un esperto.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!