Leasing e Manufatti Artistici

Categorie: Finanziamenti

Chi l’ha detto che il leasing non sia una formula vincente che si può applicare in diversi contesti e non solo quelli tradizionali? Le idee e le proposte finanziarie non mancano, in un settore, ad esempio, come quello dell’arte, considerato altamente remunerativo.

Collezionisti, mercanti o semplici amanti dell’arte, degli oggetti e dei mobili d’antiquariato oppure delle fotografie e delle sculture hanno una nuova forma di “prestito” per potersi dedicare agli acquisti: i leasing personalizzati, modulari ed estremamente flessibili, degli strumenti finanziari da poco presenti sul mercato ma già piuttosto richiesti. Inoltre, qualora ad effettuare la compravendita (tipicamente attraverso mercanti d’arte o gallerie) siano professionisti in possesso di partita IVA, e gli arredi artistici siano direttamente collegabili all’attività lavorativa svolta, resta sempre possibile scaricarne l’imposta di valore aggiunto applicandovi, quindi, un’ulteriore detrazione. Naturalmente, fanno parte di questo particolare caso anche le esigenze di rappresentanza e non soltanto quelle strumentali all’esercizio della professione.



Il finanziamento in leasing è rimborsabile usufruendo, in particolare, di durate particolarmente lunghe, arrivando fino a sette anni, difficilmente ottenibili con altre forme di prestito personale.

E i vantaggi sono considerevoli anche per i privati, che si vedono finalmente finanziati beni come quadri, mobili, oggetti d’antiquariato, complementi d’arredo e stampe.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!