La Facilità di Richiedere un Prestito Grazie a Poste Italiane

Categorie: Prestiti

Al giorno d’oggi non sembra poi così facile richiedere e soprattutto ottenere un prestito, ma nel caso di Poste Italiane a meno che la propria non sia una situazione eccezionale è possibile ottenerne uno con grande semplicità; si tratta di prodotti finanziari in continua evoluzione che si adattano anche ai nuovi prodotti di Poste Italiane.

Poste_italiane

E’ nato infatti da poco il prestito per tutti coloro che sono in possesso della carta Postepay, si tratta di un prestito personale che viene erogato sulla propria carta in tre formule diverse direttamente sulla carta stessa: viene dato fino ad un importo massimo di 1500 euro, bisogna tenere conto però che anche se questi soldi si possono usare per acquisti personali i tassi a cui vengono erogati sono elevati.

Nel caso di 750 euro si pagheranno 83.93 euro al mese per 15 mesi, che diventano 136 euro se si richiedono mille euro e la durata è di 20 mesi, infine 232 euro per richiedere 1500 euro e restituirle poi in 24 rate; il ri,mborso del prestito però non deve avvenire per forza attraverso la postepay ma anche tramite conto corrente o bollettini.

Tra le altre forme di prestito di Poste Italiane, troviamo il prestito BancoPosta, che è riservato a tutti coloro che sono in possesso di un conto corrente Banco Posta e che permette loro di ottenere fino ad un massimo di 30.000 euro che si può restituire fino ad un massimo di 84 mesi, non ci sono spese di istruttoria o di pratica; per chi può usufruire del servizio, può anche provare a richiedere il prestito direttamente on line.

Il Prestito Prontissimo è quello che arriva fino ad un massimo di 10.000 euro, che si possono restituire poi entro un massimo di 72 mesi attraverso bonifici bancari o bollettini postali, in questo caso però rispetto al prestito precedente non è assolutamente necessario essere titolari di un Conto Banco Posta per poterlo richiedere.

La Cessione del Quinto è la forma di prestito probabilmente più comune ed è riservata non solo ai lavoratori dipendenti ma anche ai pensionati, non ci sono spese di estinzione anticipata e nemmeno le commissioni accessorie; solo nel caso degli anziani potrebbe essere richiesta una copertura assicurativa soprattutto se in età particolarmente avanzata.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!