La Disoccupazione dei Giovani è in Costante Crescita al Nord ed al Sud

Categorie: News Finanziarie

Nel nostro paese purtroppo sappiamo fin troppo bene che la disoccupazione giovanile è diventata una vera e propria piaga che non sembra minimamente accennare a diminuire, e questo non crea alcuna differenza tra il Nord ed il Sud Italia; è stato toccato infatti il record assoluto nel 2012.

disoccupazione giovani

Il livello di disoccupazione giovanile ha infatti superato il 35% più in alto in assoluto dall’anno 1977, questi sono i dati che sono stati raccolti lo scorso anno dall’ISTAT; il tasso di disoccupazione in tutto il nostro paese è salito quasi a sfiorare l’11% nell’ultimo anno. Il mezzogiorno è stato quello che ha risentito maggiormente della crescita della disoccupazione dove il tasso nel corso di 35 anni è praticamente raddoppiato.

Tra tutti coloro che sono alla ricerca di un lavoro i giovani sono sempre stati quelli che hanno trovato il maggior numero di difficoltà nel reperirlo, 35 anni fa erano 2 su 10 i giovani disoccupati mentre invece oggi stando a quello che dice l’ISTAT si tratta di ben 4 su 10 che sono senza lavoro; c’è un altro dato però che riguarda il mondo del lavoro e che in un certo senso stupisce visto il periodo di crisi che stiamo attraversando.

Infatti, se parliamo delle donne in particolare, negli ultimi 35 anni sono aumentate quelle al lavoro passate dai 19 milioni ai 22 milioni, di conseguenza è aumentata la partecipazione dell’universo femminile nel mondo del lavoro; questa è in pratica una ricostruzione che parte dall’anno 1977 fino ad arrivare al 2012. Se il mercato del lavoro non migliorerà sempre più persone saranno senza lavoro e l’economia non potrà crescere.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!