La Carta di Credito Revolving: Cos’è e Come Funziona?

Nel mondo finanziario si sente molto spesso nominare la carta di credito revolving ma in pochissimi sanno realmente cos’è e come funziona. Prima di tutto bisogna sapere che ha tutte le funzioni di una carta di credito a saldo ma contiene al suo interno anche un prestito. La carta permette di spendere indipendentemente dal proprio credito effettivo restituendo poi ciò che si è speso comodamente a rate. Il consumatore ha anche la facoltà di scegliere che tipo di rata pagare purché superi almeno la cifra minima prevista: i soldi che si trovano sulla carta possono essere usati per le spese o semplicemente per prelevare del contante.

Infatti, com’è possibile notare con facilità, la carta permette di effettuare degli acquisti anche on line purché non si superi il tetto massimo di spesa previsto; non si è allo stesso tempo obbligati a restituire una rata fissa mensile come avviene per la maggior parte dei prestiti.

Il vincolo che si ha in questi casi, è quello di versare almeno la rata minima, a mano a mano che i soldi vengono restituiti sarà possibile  ricostituire il fondo che c’era in precedenza per poi se necessario spenderlo di nuovo; se non si usa la carta e gli importi vengono resituiti per intero gli interessi non devono essere pagati.

Però anche la carta revolving ha i suoi lati oscuri: infatti, troppo spesso, per la restituzione del debito vengono applicati dei tassi davvero proibitivi quasi a limite usura che possono mettere in difficoltà molto di più di un qualsiasi prestito personale.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!