La BCE si Lamenta con l’Italia per il Deficit Pubblico

Categorie: News Finanziarie

Gli organi europei non fanno altro che bacchettare l’Italia a causa del suo elevato debito pubblico che non accenna a diminuire, e dopo l’UE ora anche la BCE ha fatto sentire la sua voce nei confronti di Renzi e dell’Italia che fino ad ora non ha rispettato gli impegni presi.

Fondi-Europei

La prima osservazione che ha fatto la BCE è che rispetto agli ultimi rilevamenti fatti di certo non ci sono stati dei miglioramenti nella situazione del debito pubblico italiano; la strategia del suo Governo verrà discussa in sede europea perché si deve trovare qualche espediente per far sì che il debito pubblico torni a scendere.

Poco tempo dopo aver presentato il suo piano politico Matteo Renzi si trova a far fronte alle strigliate dell’UE, in base anche all’ultimo resoconto fatto da Francoforte dove viene messa in evidenza la richiesta nei confronti di Roma di provvedimenti che aiutino il rispetto del patto di stabilità e crescita.

Ci dovremmo trovare già in una fase di transizione in base al Fiscal Compact, ed essere già in grado di dimostrare i progressi fatti mentre invece siamo in una fase di stallo che non ha permesso all’Italia di imboccare la strada giusta; tagliare il cuneo fiscale e cercare di aiutare i lavoratori potrebbe essere un’ottima strategia se portasse ai risultati sperati.

Se il potere d’acquisto delle famiglie italiane venisse migliorato anche i consumi riuscirebbero a salire e l’economia a girare nuovamente, questo vuole la BCE e questo deve cerare di fare l’Italia per riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel di questa crisi economica.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!