L’Abi e i Nuovi Foglietti Informativi

Categorie: Fisco e Leggi

L’Abi (Associazione bancaria italiana) ha presentato una proposta per dei nuovi foglietti informativi che, nelle intenzioni dell’ente, dovranno essere semplificati e in partnership con le associazioni dei consumatori. L’idea sarà quindi sottoposta alla Banca d’Italia e all’Antitrust, in attesa di un parere favorevole. Tuttavia, non tutte le associazioni dei consumatori hanno deciso di aderire, come nel caso di Altroconsumo.
Sicuramente, dal punto di vista delle banche, riuscire a ridurre la quantità di carta in circolazione è un obiettivo molto allettante, dal momento che ciò si traduce in una riduzione dei costi, ma non si tratta di una scelta che va realmente incontro ai bisogni degli utenti se questo si traduce anche in una riduzione delle informazioni fornite.
Molto più interessante sarebbe operare, ad esempio, sulla semplificazione del linguaggio utilizzato, anziché sulla quantità di informazioni e di dati fornita, ma ciò non sembra colpire il segno e gli istituti di credito non apparirebbero affatto interessati a tale opzione. Anche per questo motivo, Altroconsumo, pur partecipando al tavolo dei lavori, ha deciso di non aderire all’accordo, ritenendolo, in definitiva, lesivo dei diritti d’informazione del consumatore.
Il rischio è che determinate notizie non giungano al potenziale cliente in fase precontrattuale ma solo, forse, successivamente, limitando di gran lunga la propria possibilità di effettuare una scelta in modo chiaro e consapevole.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!