Indagati in Sicilia per Spese Illegittime con i Fondi dei Gruppi Parlamentari

Categorie: News Finanziarie

Non bastava il periodo di fermento economico che il nostro paese sta attraversando, ora ci sono anche delle importanti indagini non solo in Sicilia ma in varie regioni, per delle spese illegittime che sarebbero state fatte con i fondi destinati ai gruppi parlamentari.

prestiti_personali

Sono almeno per il momento 83 i deputati indagati dalla Finanza, sarebbero stati spesi infatti per viaggi di lusso e soggiorno, abbigliamento ed il totale ammonterebbe almeno a 10 milioni di euro; tra gli indagati troviamo anche uno degli uomini scelti da Renzi dopo la sua elezione del PD, Faraone.

Faraone dal canto suo, non ha fatto attendere l’opinione pubblica affermando che qualora venisse rinviato a giudizio sarebbe pronto a dimettersi subito, visto che si sente particolarmente sicuro sull’utilizzo che ha fatto dei soldi; sono in molti gli esponenti degli altri partiti che chiedono una dichiarazione di Renzi (sono in molti in effetti a chiedersi come mai non parla).

Caffè e acqua minerale sono sotto accusa visto che sarebbero stati acquistati con soldi appartenenti al fondo del partito o addirittura incredibilmente per dei necrologi; questa indagine non è iniziata nel 2014 ma bensì nel 2012, da coloro che si occupano della tutela della spesa pubblica.

E’ ovvio che essendo ancora all’inizio dell’indagine sono molti i nodi che devono emergere così come è destinata a salire anche la cifra investita in spese inutili illecitamente da alcuni esponenti della nostra politica; non resta che attendere e vedere chi verrà incriminato e in che modo dovranno essere rimborsati i soldi sotratti al fondo pubblico.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!