Inchiesta sugli Evasori: Da Cortina a Roma, ora si Passa alla Svizzera

Categorie: Fisco e Leggi

Come ben si sa dalla cronaca che stiamo ascoltando in questi giorni è partita una maxi inchiesta per tutti gli evasori che dichiarano molto meno di quanto realmente guadagnano. L’indagine è iniziata in alt’ Italia dov’è stata scoperta moltissima gente che si dichiarava povera mentre invece aveva dei guadagni molto alti mai dichiarati al fisco, macchine di lusso per persone con reddito inferiore a 10.000 euro dichiarato. L’indagine è poi passata a Roma dove è stato scoperto un tasso di irregolarità del 52% circa, i controlli anti evasione fiscale stanno portando infatti ad ottimi risultati perché la guardia di finanza è riuscita a scoprire anche moltissimi esercenti che non dichiaravano il giusto al fisco. I controlli della guardia di finanza hanno riguardato anche gli esercizi commerciali come precedentemente accennato e si è scoperto che un negozio su 4 non effettua lo scontrino, un dato sconcertante e sempre in maggiore crescita; sono stati controllati 292 esercenti e ben 152 infatti sono risultati irregolari per quanto riguarda l’emissione di documenti fiscali. I controlli certamente non si fermano qui infatti stanno per passare anche alle città svizzere che fino ad oggi sono state considerate il paradiso fiscale proprio come avvenuto nelle città italiane i controlli saranno molto scrupolosi.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!