Il Debito Pubblico Oltre il 3% ma Solo per il 2013

Categorie: News Finanziarie

Il debito pubblico è sempre stato una piaga per l’Italia visto che non solo è stato sempre al limite come percentuale, a causa della crisi economica e del crollo del PIL italiano la situazione è ulteriormente peggiorato; il superamento della soglia non deve essere definitivo ma con facile soluzione.

Grafico-Crisi

Visto che entro la fine dell’anno è previsto il superamento della soglia del 3% c’è da scommettere che ci sarà una manovra che non includerà delle grandi misure e che non influenzerà l’attuale situazione economica già particolarmente compromessa; in pochissimi mes di governo sono stati già messi in circolo 12 miliardi di euro che hanno dato un breve respiro solamente nel breve periodo.

Il premier Letta sa perfettamente che l’impegno era quello di mantenere la percentuale di deficit pubblico sotto il 3% ma molto probabilmente questo non sarà possibile, ma potrà essere rispettato solo a partire dal 2014 e senza interventi particolarmente invasivi.

La manovra correttiva dei conti pubblici, serve non solo per compensare lo sforamento del tetto del rapporto tra il PIL ed il debito pubblico ma anche in parte a far ripartire la nostra economia che in molti settori è viziata dalla mancanza di fondi; ovviamente le reazioni politiche non si sono fatte attendere così come anche la risposta del premier Letta che non vuole farsi sommergere dagli eventi.

Di sicuro bisognerà rivedere tutti i bilanci dello stato per capire com’è possibile rientrare nella percentuale limite, serviranno ulteriori tagli? Questo è ancora troppo presto per dirlo, ma c’è da scommettere che lo sapremo molto presto.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!