Il Conto Corrente di Corrispondenza

Categorie: Conto Corrente

Cosa è e a chi può tornare utile il conto corrente di corrispondenza? Vediamone insieme le caratteristiche, certo non comuni, che non lo rendono un prodotto adatto a tutti i tipi di clienti.
Con il conto corrente di corrispondenza accade, in pratica, che la banca si fa carico e si assume contestualmente la responsabilità, di una serie di operazioni, in modo da eseguire tali oneri per conto dei propri clienti. Dunque, l’istituto di credito riceve il mandato di eseguire tutta una serie di atti, dal pagamento di assegni e fatture a quello di tributi e di utenze.
Certo è che, in questo modo, si riesce ad avere una ben più semplice gestione, soprattutto molto più veloce del normale, dunque si consiglia l’apertura di un conto corrente di corrispondenza a professionisti, aziende, a studi professionali. Si tratta, infatti, sempre di circostanze in cui sono molto elevate le transazioni da eseguire e avere un conto corrente di corrispondenza permette di avere meno pensieri e minori responsabilità circa scadenze e similari.



Tuttavia, per operare in totale sicurezza, è bene conoscere tutte le regole del contratto che si sta per stipulare, così da non avere brutte sorprese in seguito.
Un conto di corrispondenza può essere comunque sempre completato da un libretto di assegni o da carte di pagamento, così che il cliente avrà sempre nelle proprie disponibilità quelle di poter effettuare acquisti e pagamenti in modo del tutto indipendente.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!