Home Banking

Non è una strana parola per identificare qualche nuova tassa: l’ Home Banking è semplicemente un insieme di strumenti utili per un correntista che non vuole o non ha la possibilità di recarsi costantemente presso la filiale della propria banca. Inoltre, aiuta anche a risparmiare perché sovente gli istituti di credito fanno sì che le operazioni allo sportello abbiano dei costi molto salati mentre quelle effettuate on line non costino nulla.

Abbiamo detto on line e infatti di questo, alla fin fine, si tratta: della possibilità di accedere, tramite un accesso protetto da password e codici segreti (molti dei quali cambiano ad ogni log in o scadono entro un periodo di tempo definito, solitamente tre mesi) alle funzionalità tipiche che un conto supporta.



Grazie all’ Home Banking si potrà, per esempio, controllare lo stato del proprio saldo contabile, verificare l’addebito delle bollette, l’accredito in conto del proprio stipendio, ma si potranno anche effettuare comodi bonifici e dare un’occhiata all’andamento dei titoli.

L’unico limite può essere rappresentato, talvolta, dal non poter disporre in tempo reale dei dati finanziari, semplicemente perché alcune banche ne danno comunicazione al cliente nel giro di ventiquattr’ore: per il resto, se ancora non ne avete uno, correte a richiedere un conto on line e il relativo home banking, e potrete dimenticare da subito le lunghe file in banca per riuscire a svolgere la più banale delle operazioni contabili!

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!