Gli Italiani Chiedono Prestiti, ma non per Beni Futili

Categorie: Prestiti

A causa della crisi, gli italiani continuano a chiedere prestiti, ma a differenza di quanto avveniva qualche anno fa, non si spendono più i soldi avuti con i finanziamenti in beni voluttuari o superflui, come le vacanze trascorse fuori.

Nel 2004, infatti, stando ai dati elaborati si scopre che ben l’8% dei finanziamenti concessi servivano a hobby, viaggi e vacanze, mentre oggi, nel 2010, questa percentuale è scesa all’1.6%.

Adesso, al primo posto in questa particolare classifica, vi è una voce che nel 2004, ad esempio, poteva essere considerata quasi sconosciuta: il consolidamento debiti.

Con il consolidamento debiti si cerca, attraverso un ulteriore prestito, di mettere ordine tra le rate che già si devono pagare, cercando di razionalizzare quanto dovuto.


Naturalmente, non si tratta di cifre assolute, visto che sono state elaborate partendo dalle richieste avanzate esclusivamente attraverso internet, ma di una tendenza generale che, comunque, fa pensare.

Numerosi anche i prestiti richiesti per ristrutturare casa: forse, dato il periodo di magra, si cerca di sfruttare al meglio gli spazi esistenti, dato che non è possibile acquistare appartamenti più ampi e meglio posizionati in città.

Comunque, il credito al consumo in Italia, resta più oneroso di quello nel resto d’Europa: per questo motivo, anche la Banca d’Italia ha chiesto un intervento rapido e un cambio di strategia da parte degli istituti di credito.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!