Giovani Coppie e Possibilità di mutuo

Lavoro precario e figli piccoli: un binomio comune a molte famiglie italiane che, proprio per queste caratteristiche, si trovano tuttavia in grande difficoltà nel momento in cui volessero accedere ad un mutuo. Acquistare casa, in questo modo, diventa spesso una chimera, dato che poche sono le banche disposte a concedere finanziamenti sostanziosi.
Fortunatamente, grazie al Fondo di Garanzia per l’accesso al credito, ormai legge e in vigore dal 18 febbraio di quest’anno, anche chi non ha sostanziali garanzie da offrire ad un istituto di credito potrà ottenere un prestito. A far da garanzia, infatti, sarà il fondo stesso, con i suoi 50 milioni di euro già stanziati, sebbene per la piena e totale operatività si deve aspettare la firma tra Abi e Ministero della Gioventù, oltre il recepimento, subito dopo, da parte delle banche.
Le quali banche potranno offrire dei mutui a tassi particolarmente vantaggiosi, destinati a chi non ha un lavoro fisso e, soprattutto, ai giovani nuclei familiari o ai genitori single. Tra i requisiti per l’accesso, essere sposati e con meno di 35 anni d’età, oppure single con prole e reddito Isee non superiore a 35 mila euro, proveniente almeno per metà da contratti a tempo determinato o a progetto.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!