Esenzioni per il canone Rai: ecco come fare!

Categorie: Agevolazioni

Il canone Rai non deve essere corrisposto da tutti i cittadini italiani o residenti in Italia. Se si hanno più di 75 anni, infatti, potrebbe scattare una gradita esenzione. Ma vediamo nel dettaglio come funziona il meccanismo.

È la stessa Agenzia delle Entrate a stilare una sorta di vademecum in merito, in modo da rendere chiaro a tutti chi può usufruire di tale esenzione e come fare ad ottenere questo diritto.

Per prima cosa, va detto che bisogna avere più di 75 anni compiuti; dopodiché, l’altro parametro preso in considerazione riguarda il reddito che, tra proprio e del coniuge, non deve essere superiore a 6713,98 euro annuali o 516,46 per tredici mensilità.



Se si possiedono, dunque, questi requisiti si potrà inoltrare la domanda presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, o si potrà scaricare anche on line l’apposito modulo da compilare e restituire completato in ogni parte. Il modulo in questione altro non è che una dichiarazione sostitutiva che deve essere corredata di un documento di identità valido, attraverso la quale si dichiara di possedere tutti i requisiti necessari all’esenzione.

Se si dovesse già aver pagato il canone, ma ci si accorge di aver diritto ugualmente all’esenzione, si può chiedere un rimborso per gli anni già corrisposti, nello specifico quelli che vanno dal 2008 al 2010.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!