Ecco i Prestiti a Medici e Professionisti Convenzionati

Categorie: Prestiti

Spesso non si parla dal punto di vista dei prestiti di alcune categorie lavorative come i medici perché spesso si pensa che non abbiano bisogno di liquidità ma non è così; ci sono infatti soprattutto on line diverse offerte di prestiti verso medici convenzionati che non sono comunque dei lavoratori dipendenti.

Questo tipo di prestito viene poi restituito dal medico attraverso l’addebito della rata sulla sua retribuzione mensile, usufruendo comunque di tutti quei vantaggi che hanno solitamente i dipendenti che richiedono il prestito con delega.

Non c’è alcuna necessità di presentare una garanzia, viene apposta infatti una sola firma perché non serve anche quella di un garante al momento della stipula del prestito, l’unica cosa che viene richiesta è la convenzione con la ASL; la cifra massima dipende dalla retribuzione del soggetto ma poi può essere restituita solo fino ad un massimo di 10 anni.

Qualora il soggetto richieda un preventivo ad un qualasiasi ente che eroga questo tipo di prestiti, non richiedono ulteriori spese o commissioni visto che è tutto compreso all’interno del preventivo così come anche la copertura assicurativa che nel caso della professione medica è assolutamente fondamentale.

A meno che non ci sia una situazione molto particolare dietro, ad un medico di base un prestito viene erogato in modo molto veloce, l’unico documento che il soggetto è tenuto a presentare è uno Stato di Servizio compilato dall ASL in cui esercita la professione.

Dopo essere stati ricontattati ci sono anche altri documenti che è necessario presentare: il modello unico, il documento d’identità valido ed il codice fiscale, la dichiarazione delle competenze percepite fatta dalla ASL, e 2-3 cedolini mensili.

Dopo aver ricevuto la documentazione di solito l’istituto di credito anche se è on line contatta il soggetto al massimo entro due giorni lavorativi, vengono stampati i contratti, spediti al domicilio del richiedente che poi dovrà rispedire la copia firmata all’istituto di credito.

Non si deve motivare la richiesta del finanziamento e solo una volta ricevuta la copia del contratto firmata l’istituto di credito procede all’erogazione della somma richiesta sul conto del richiedente, le rate verranno poi trattenute già dal cedolino del mese successivo.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!