Ecco i Nuovi Prestiti per gli Studenti 2013 – 2014

Categorie: Prestiti

Quasi ogni anno escono delle nuove normative che regolano le principali tipologie di prestito e oggi vi parliamo dei prestiti riservati agli studenti visto che le banche hanno da poco deciso quanto stanziare per il fondo riservato a questa tipologia di prestito: si tratta di prestiti agevolati per coloro che inizieranno l’anno scolastico tra un mese.

prestito studenti

Solo a Vicenza però è stato istituito un vero e proprio progetto che riguarda gli studenti, Operazione studenti 2013/2014: avrà validità fino al 31 dicembre 2013 e sarà valida solo per chi ha un conto nella loro Banca, potrà avere fino a 2000 euro per affrontare le prime spese che riguardano l’iscrizione, l’acquisto del materiale didattico ed anche l’abbonamento ai mezzi pubblici.

Non riguarda come iniziativa solo gli studenti della scuola dell’obbligo ma si è deciso di estenderla anche agli studenti universitari che di solito sono quelli che sostengono il maggior numero di spese soprattutto per quanto riguarda le quote di iscrizione; in questo caso però loro non otterranno 2000 euro ma bensì fino a 16000 visto che le spese sono notevolmente più alte rispetto alla scuola dell’obbligo.

I prestiti per gli studenti universitari sono stati resi possibili grazie a particolari accordi con gli atenei che permetteranno agli studenti di ottenere delle agevolazioni speciali per la restituzione; per quanto riguarda invece gli abbonamenti mensili o annuali ai mezzi pubblici, si stanno ultimando gli accordi perché gli studenti possano sottoscriverli direttamente in Banca.

Ovviamente lo scopo di questi prestiti a tassi agevolati è quello di evitare che a causa della mancanza di soldi ci sia sempre più spesso l’abbandono degli studi da parte degli studenti: tutte le altre condizioni generali del prestito per studenti sono praticamente le stesse visto che ovviamente bisogna fornire delle garanzie per ottenerlo, avere dei risultati nel corso della propria formazione ed entro un determinato numero di anni restituire ciò che è stato richiesto.

Di sicuro si tratta di un valido aiuto soprattutto in questo periodo di grave crisi economica, tenendo presente il fatto che i ragazzi rimangono sempre di più a vivere coi genitori che non riescono a sostenere tutte le spese; l’istruzione è un bene fondamentale.

 

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!