Ecco Chi Pagherà la Nuova IMU tra Proprietari ed Inquilini

Categorie: News Finanziarie

La nuova tassa IMU che non porterà più questo nome ha creato non poca confusione non solo tra i Comuni per decidere il tipo di aliquota da applicare ma anche ai cittadini che non sanno se devono pagarla oppure no, noi oggi vi illustriamo come funziona tra proprietari ed inquilini principalmente in caso di affitto.

imu

Non è possibile assolutamente dire con certezza se la TASI sarà più cara o meno cara del vecchio IMU, pagheranno meno quelli con immobili con rendita più alta, mentre invece pagheranno una cifra irrisoria quelli con immobili con rendita bassa tenendo presente però che prima non pagavano nulla; la fascia di mezzo che è quella più consistente paga una cifra che oscilla tra i 300 e i 900 euro.

Anche se la prima rata scade alla fine di maggio sono molti i Comuni che non hanno comunicato l’aliquota che intendono applicare e così si aprono diversi scenari tra cui quello di un probabile rinvio della data; Roma è la città in cui avranno dei vantaggi coloro che hanno immobili da rendita catastale più alta, visto che pagheranno una cifra inferiore rispetto all’IMU.

Bologna prevede delle fasce di sconto in base alla rendita catastale dell’immobile, Genova invece non solo ha scelto le aliquote più alte così come Torino ma non fornisce nemmeno le detrazioni per i figli, Novara né addizionali né detrazioni, Brescia penalizza la fascia media, e ad Aosta pagherà anche chi un tempo era esente.

Questo è sicuramente il quadro di un’Italia sommersa dalle nuove tasse.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!