Costo degli Affitti e Mutui

Categorie: Mutui

Investire nel mattone? Non male, se si pensa a quanto costano i canoni di fitto nelle città italiane! A meno che non si possieda un buono stipendio, infatti, soprattutto se single, è molto difficile riuscire a trovare anche solo un monolocale con una spesa che non sia proibitiva.

Le punte massime del fenomeno si possono osservare in grandi città naturalmente, come Napoli, Roma, Bologna, Milano, Torino. Basti pensare che nella capitale lombarda, per metrature che vanno dai 45 ad un massimo di 60 metri quadri, il canone di fitto può arrivare ad essere anche 750 euro.



E non basta. A tutti i costi che sono indicati negli annunci, nella maggior parte dei casi, devono anche essere aggiunte le spese condominiali oltre, com’è ovvio, al costo delle bollette.

Insomma, per chi può permettersi di fare il grande passo, l’acquisto resta sempre la soluzione migliore, anche perché, con questi canoni di affitto, una rata del mutuo potrebbe addirittura pesare meno!

Purtroppo, uno dei motivi principali per i quali molti lavoratori non possono chiedere un finanziamento per l’acquisto di una casa è dovuto alle condizioni richieste dalle banche.

Possedere un contratto di lavoro atipico è una condizione vista molto sfavorevolmente dagli istituti di credito, nonostante spesso le pubblicità facciano intendere tutt’altro.

Attenzione, quindi alle offerte troppo vantaggiose: potrebbero nascondere qualche insidia difficile poi da gestire.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!