Cos’è e Come Funziona un Prestito per il Matrimonio?

Categorie: Prestiti

Si sa, siamo in un periodo di grave crisi economica e questo è possibile vederlo anche dal fatto che sempre meno coppie decidono di sposarsi se non grazie ad un prestito; ma come funziona il prestito per il matrimonio che negli ultimi anni è in notevole crescita?

prestiti matrimonio

Il prestito per il matrimonio è quello che sostanzialmente serve a permettere ad ogni coppia di dilazionare tutte le spese sostenute e pagarle un po’ per volta una volta ritornati dal viaggio di nozze; per quanto riguarda la tipologia si tratta di un prestito finalizzato visto che il denaro viene poi utilizzato per l’acquisto di servizi specifici e da parte di alcuni istituti di credito può essere richiesto un documento che attesti le effettive nozze imminenti.

Ma quali sono i documenti richiesti per questo tipo di prestito? Vengono richiesti i classici documenti di qualunque altro prestito e cioè documento d’identità, codice fiscale e ultima fonte di reddito che può anche essere la pensione in alcuni casi, se si tratta di extracomunitari in quel caso sarà necessario anche il permesso di soggiorno.

Da parte dell’ente INPDAP però viene rilasciata una forma particolare di prestito e cioè quella per il matrimonio del figlio, e grazie al nuovissimo portale on line è possibile attivare la sezione per i cedolini elettronici ed inoltre dalla propria area personale è possibile: simulare un prestito, richiederlo, rinunciare ed ancora verificare lo stato della propria richiesta. Un grande vantaggio per tutti coloro che sono dipendenti pubblici e vogliono accedere a questo tipo di credito.

Se si clicca sulla simulazione del prestito è possibile sapere subito quanto è possibile richiedere come cifra massima ed anche l’eventuale importo netto della rata mensile, ovviamente tenete presente che il calcolo viene effettuato in base al quinto disponibile del reddito o della pensione; inoltrando la richiesta il prestito potrà variare anche di poco in base alla vostra situazione aggiornata, effettuate tutte le verifiche del caso prima dell’accettazione vi potrebbe essere richiesto in alcuni casi di modificare la cifra richiesta.

Tutto ciò premesso che per effettuare le operazioni on line è assolutamente necessario il PIN identificativo del soggetto.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!