Cosa Succede in Caso di Mancato Pagamento o Ritardo del Prestito?

Categorie: Prestiti

Quando si parla di prestiti non è possibile conoscere proprio tutto il funzionamento per questo oggi vi vogliamo spiegare tutte le conseguenze che ci sono dietro al mancato o ritardo di pagamento di una rata del proprio prestito; spesso infatti non si sa come muoversi quando accade una situazione simile.

ritardo-pagamenti

Quando si va a stipulare un qualsiasi tipo di contratto per un finanziamento non solo sappiamo già la scadenza di tutte le rate, ma siamo anche a conoscenza di tutte le eventuali condizioni che si verificano in caso di mancato o ritardo di pagamento; molto spesso inoltre, visto anche il periodo di crisi economica in cui siamo sono previsti il ritardo o il mancato pagamento per un certo numero di volte.

Il primo consiglio che si deve assolutamente dare è di rispettare tutte le scadenze dei bollettini mensili, anche se la causa può non essere del debitore la colpa viene attribuita a lui stesso che diventa cattivo pagatore. Ma quali sono le conseguenze di mancato pagamento?

Prima di tutto si parla di mora, che viene applicata direttamente sul tasso di interesse che a causa del mancato pagamento o del ritardo viene maggiorato; la registrazione è quella che mette in seria difficoltà la situazione creditizia del soggetto soprattutto se poi si decide di richiedere altri prestiti, questi dati infatti di solito vengono condivisi nell’intero sistema bancario e finanziario.

La risoluzione del contratto è la conseguenza estrema del mancato pagamento di una rata del finanziamento qualora non sia espressamente previsto.

Prima di registrare il soggetto tra i cattivi pagatori le banche passano per diversi livelli: il primo ritardo non scatta prima che almeno due rate siano scadute, e nel caso dell’impresa o del professionista ci vogliono circa 30 giorni; se vengono poi sanati il ritardo nel pagamento viene memorizzato per almeno 12 mesi.

Se i ritardi sono più di due mesi rimane memorizzato per almeno 24 mesi, se l’evento negativo però non viene nemmeno sanato non può rimanere per più di tre anni all’interno dei database; per non avere brutte sorprese la cosa migliore è sempre pagare in modo puntuale tutte le rate del prestito.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!