Cosa sono le Aliquote Fiscali?

Categorie: Fisco e Leggi

Quando si devono pagare le tasse, o anche solo quando si va dal proprio commercialista per avere dei chiarimenti in materia fiscale, capita di scontrarsi con alcuni termini che non sono immediatamente intelligibili. Vediamo, ad esempio, cosa si cela dietro la parola “aliquota”.

Le aliquote fiscali sono delle imposte variabili, ovvero che non sono definite in modo univoco ma cambiano a seconda della percentuale di riferimento. L’imponibile è la base alla quale viene ad essere legata la percentuale stessa dell’aliquota.

Per cercare di avere aliquote più eque e più sostenibili si utilizza una raffinazione del metodo, chiamato aliquota progressiva. In pratica, la percentuale dell’aliquota cresce all’aumentare della base imponibile, quindi, in ultima istanza del reddito prodotto.


La relazione inversa all’aliquota progressiva è quella che ne fa diminuire la percentuale al crescere del reddito e viene nominata “aliquota regressiva”.

Tra le aliquote più conosciute, dato che interessa quasi la totalità dei cittadini italiani, vi è l’IRPEF, l’imposta sul reddito personale.

Con la finanziaria del 2007 sono state introdotte nuove aliquote, il tutto per cercare di creare una differenziazione maggiore che poteva usufruire di una più puntuale distribuzione e valutazione della ricchezza. In Italia, le aliquote partono dal 23% per le fasce con minori entrate (al di sotto dei 25 mila euro all’anno) e arrivano al 43% per i redditi più elevati, quelli che si collocano al di sopra dei 75 mila euro all’anno.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!