Cosa sono i Bilanci a Competenza Vincolata

Categorie: Fisco e Leggi

Con l’esigenza di avere conti pubblici sempre trasparenti, grazie a preventivi con scadenze triennali e piani integrati per la verifica degli effetti economici di ciascuna unità di bilancio, viene messa in sperimentazione la nuova modalità di redazione dei bilanci, così da poter diventare operativa ed entrare pienamente a regime a partire dal 2014.
Inoltre, il Governo ha approvato il testo che serve per attuare le condizioni considerate necessarie da parte delle diverse commissioni parlamentari, aggiungendo anche un nuovo principio, quello della competenza vincolata, che funzionerà in quanto parametro restrittivo per il bilancio.
Il bilancio a competenza vincolata, quindi, non potrà più funzionare tramite l’immissione di entrate futuribili o con l’aggiunta di vecchi residuali, perché la situazione dovrebbe rispecchiare il più fedelmente possibile il reale flusso di cassa.
Si tratta di un principio che potrebbe avere degli effetti particolarmente importanti, soprattutto quando si tratta di dover gestire la liquidità legata a degli investimenti. Proprio per questo motivo, si è pensato ad un’introduzione morbida, attraverso un primo gruppo di amministratori che possa iniziare la sperimentazione, rendendo conto di eventuali criticità e colli di bottiglia. D’altro canto, si tratta di una scelta obbligata che non potrà non far sentire i suoi effetti, visto l’introduzione di meccanismi patrimoniali e meramente economici al fianco di quelli contabili classici.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!