Cosa è il TAEG

Categorie: Prestiti

Quando chiediamo un finanziamento, abbiamo diverse voci da prendere in considerazione, tra le quali il famoso tasso TAEG. Di cosa si tratta? TAEG è un acronimo che sta per “tasso annuo effettivo globale”, ma potremmo trovarlo indicato anche con la sigla “ISC”. Bisogna comunque stare attenti a non fare confusione tra il TAEG e il TAN, poiché quest’ultimo è un parametro che calcola solo il tasso d’interesse ed evita di considerare tutti gli altri costi. Ancora maggiore confusione genera il TEG, il “tasso effettivo globale”, che è impiegato per calcolare, come previsto dalla legge, le soglie oltre le quali un prestito viene considerato ad usura. Per chi volesse approfondire, tale riferimento normativo è contenuto nell’articolo 2 della legge n.108/96.



Nel TAEG si includono, quindi, tutte le spese di istruttoria, quelle per aprire la pratica, quelle di finanziamento e revisione contabile, quelle di mediazione, quelle per l’incasso delle rate e, infine, le quote dell’assicurazione obbligatoria per il rimborso del debito in caso di invalidità, malattia, morte del richiedente.

Non sono mai incluse, invece, le eventuali spese notarili, quelle legali, gli interessi di mora.

Poiché, alla fine, il vero tasso da prendere in considerazione non è il TEG, ma il TAEG, è bene fare attenzione alle percentuali applicati, per essere sicuri di non aver problemi, in futuro, con il rimborso delle rate.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!