Cosa è il Contributo Scolastico

Categorie: Fisco e Leggi

È alla fine di questo mese, febbraio, che si dovrà procedere con l’iscrizione alle scuole superiori per i propri figli, per l’anno 2011-2012. Si tratta sempre di una scelta difficile, che coinvolge inevitabilmente le famiglie, naturalmente preoccupate per il futuro dei propri figli, ragazzini che non sempre riescono ad essere indirizzati verso l’istituto davvero più adatto alle loro capacità.
Ad ogni modo, non soltanto bisognerà consegnare i moduli debitamente firmati, ma si dovrà anche provvedere con l’eventuale pagamento delle tasse e con il cosiddetto contributo scolastico. Certo, non si tratta più di una cifra di poco conto, dato che ha raggiunto punte di trecento euro ad alunno, mantenendosi intorno ai cento solo nei migliori dei casi.
Proprio per questo, l’Adiconsum sta da molto tempo monitorando il fenomeno, raccogliendo numerose richieste di assistenza e chiarimenti in merito.
Cos’è, dunque, il contributo scolastico? Si tratta di una quota che viene richiesta alle famiglie da parte delle scuole per coprire le spese legate, ad esempio, al mantenimento dei laboratori o a speciali attività formative. Ciò che è importante sapere è che non si tratta di una tassa né di un contributo obbligatorio ma volontario e che, quindi, non può essere richiesto minacciando l’esclusione dell’alunno e la sua mancata iscrizione.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!