Cos’ è il Risparmio Gestito

Categorie: Finanza

Quando, nel parlare con un operatore del settore, si sentono nominare le parole “risparmio gestito” a cosa ci si riferisce? Sappiamo davvero di cosa si tratta?
Il risparmio gestito altro non è se non quella parte del patrimonio che un consumatore decide di poter affidare ad un consulente, il quale si assumerà l’onere della gestione per conto del proprio cliente. Naturalmente, l’agente dovrà comunque sottostare a delle regole di comportamento, per così dire, che sono espressamente indicate nel suo mandato.
Con il mandato, quindi, si danno precise istruzioni al broker. Il cliente può definire a priori, infatti, la quota di investimento che devono essere dirottate, ad esempio, verso obbligazioni piuttosto che titoli di Stato, azioni o fondi. Volendo, però, si può anche scegliere il prodotto così com’è, accettando il pacchetto già predisposto dalla finanziaria alla quale ci si è rivolti. Il risparmio gestito non è solo personale, ma può assumere anche forme collettive. Nel caso di gestioni individuali, si parla tipicamente di attività di gestione di patrimoni mobiliari individuali, identificati con la sigla GPM; nel secondo caso, invece, si parla di SICAV Società di investimento a capitale variabile.
Nel risparmio gestito, in senso ampio del termine, rientrano anche delle attività di investimento legate ai fondi pensione e alla previdenza complementare tutta.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!