Cos’ è lo Spesometro?

Categorie: Fisco e Leggi

È probabile che si possa aver sentito parlare di spesometro, dato che si tratta di una novità di una certa rilevanza che entrerà in vigore a partire proprio da quest’anno, il 2011. Tuttavia, è facile che non si abbiano ancora le idee chiare sui cambiamenti che questo nuovo strumento introdurrà: cerchiamo, pertanto, di spiegare in modo più dettagliato cos’è e cosa comporta. Lo spesometro dovrebbe servire specificatamente alle nuove politiche fiscali, visto che proprio sotto questo aspetto avrà il massimo della rilevanza. Per tutti gli acquisti superiori ai 3 mila o ai 3 mila e 500 euro (la definizione della soglia massima non è ancora avvenuta con certezza), si dovrà fornire il proprio codice fiscale al commerciante che poi dovrà trasmetterlo telematicamente all’Agenzia delle Entrate.
In questo modo, si dovrebbe riuscire ad innalzare il livello di controllo relativo agli acquisti effettuati e al reddito dichiarato. Lo spesometro, dunque, dovrebbe diventare lo strumento privilegiato attraverso il quale poter inaugurare una politica di seria lotta all’evasione fiscale, sebbene non si possano trascurare alcuni rischi così introdotti nel sistema.
In primo luogo, infatti, vi sono le problematiche legate alla privacy: l’Agenzia delle Entrate dovrà essere assolutamente in grado di proteggere i dati raccolti, visto che potrebbero essere una miniera di informazioni formidabile per il marketing aziendale.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!