Come Valutare i Costi di un Prestito

Categorie: Prestiti

Effettuare una valutazione preliminare dei costi di un prestito è importante per non ritrovarsi, poi, a dover fare i conti con delle spese eccessive che non si erano prese nella giusta considerazione.
È naturale che, prima di tutto, si tenda ad esaminare l’impatto che ogni singola rata avrà sul proprio budget, ma a finire nel calderone delle spese non dovrebbe essere soltanto la cifra di riferimento mensile.
Infatti, per poter confrontare i prestiti tra di loro, si dovrebbe valutare il TAEG, ovvero il tasso globale del finanziamento, l’unico parametro univoco in grado di darci le risposte che cerchiamo alla domanda circa le spese di un prestito.
In aggiunta, bisogna sempre considerare l’importo richiesto e la durata del finanziamento, visto che il TAEG si riduce nel momento stesso in cui aumentano la durata del prestito o la somma totale.
Tuttavia, a parte dovranno essere aggiunte le eventuali spese facoltative e aggiuntive, oltre ai bolli e alle tasse previsti dalla legge e non dovute al soggetto finanziatore. Tra le spese aggiuntive possiamo annoverare le polizze assicurative che, sempre più spesso, le finanziarie consigliano di stipulare, sempre che non siano imposte direttamente al cliente per far sì che questi possa accedere al credito.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!