Come si Fa a Riconoscere i Vari Tipi di Prestiti

Categorie: Prestiti

Riconoscere le varie tipologie di prestito e saperle abbinare alla propria situazione non è sempre facile e per questo molto spesso vengono fatte delle distinzioni dal punto di vista delle categorie lavorative; in base alla tipologia è logico che vengono richiesti diversi requisiti, l’aspetto fondamentale è il poter dimostrare il proprio reddito mensile.

prestito

Per quanto riguarda quelli dati ai dipendenti statali anche con convenzioni con l’ente INPDAP grazie ad alcuni enti finanziari o banche possono ottenere fino ad un massimo di 60.000 euro che vengono restituiti poi da un minimo di 48 rate ad un massimo di 120 cioè 10 anni; può essere dato ai cattivi pagatori anche solo con firma singola.

Per quanto riguarda invece i dipendenti privati la cifra può anche essere lievemente inferiore e cioè massimo 55.000 euro, che però non ha solitamente una spesa d’istruttoria e la dilazione può avvenire sempre in 10 anni; l’erogazione in particolari condizioni avviene in pochissimo tempo massimo 48 ore e possono essere concessi anche a cattivi pagatori che sono ormai all’ordine del giorno oggi come oggi a causa della crisi.

Parlando invece dei pensionati in certi casi la cifra può scendere fino ai 47.000 euro massimi per chi però ha un’età non superiore ai 72 anni, e possono essere restituiti sempre in un massimo di 10 anni, anche se si hanno in corso altri impegni ed è ovviamente garantito; tenendo in considerazione il fatto che alcuni enti e banche lo erogano anche ai cattivi pagatori.

Infine, anche se se ne sente parlare troppo poco, esistono dei prestiti pensati appositamente per i lavoratori autonomi: possono avere in prestito solamente una cifra che non superi i 37.000 euro, in questo caso però si abbassa il numero di anni per cui è possibile restituirlo infatti stiamo parlando di 84 rate e cioè 7 anni; l’addebito può avvenire direttamente sul conto corrente del soggetto che richiede il prestito, la documentazione richiesta è minima ma in questo caso sono nella maggior parte dei casi esclusi coloro che hanno una cattiva situazione creditizia.

Prima di sottoscrivere un prestito bisogna sempre tenere in considerazione non solo il proprio impiego lavorativo ma anche le relative condizioni dei prestiti per scegliere quello più conveniente.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!