Come si Contestano gli Addebiti sulla Carta di Credito

Qualora dovesse capitare di essere vittime di un qualche addebito illecito, a causa di una truffa della quale siamo stati oggetto, sarà ovvio cercare di contestare tali somme al proprio istituto di credito, per evitare di dover pagare ciò che in realtà non si aveva l’intenzione di spendere.
Molto spesso le procedure di denuncia vanno per le lunghe e riuscire a recuperare ciò di cui si ha diritto è abbastanza complicato. Meglio, quindi, non saltare alcun passaggio, così da procedere in modo corretto. Per prima cosa, occorre telefonare al numero verde che ciascun istituto di credito mette a disposizione dei propri clienti e chiedere che venga immediatamente bloccata la carta di credito in questione. Dopodiché, se si sospetta un uso illecito della carta stessa si dovrà provvedere ad una denuncia presso i Carabinieri o la Polizia ed inviarne una copia alla banca. quindi, entro 60 giorni dall’emissione dell’estratto conto che viene contestato, si dovranno inviare la copia dell’estratto conto di cui sopra, una fotocopia fronte retro della carta che si immagina clonata, un documento firmato di proprio pugno nel quale si espongono i motivi per i quali si è chiesto il blocco della carta di credito. Per semplificare tale operazione, molto spesso sono disponibili dei moduli già stampati da compilare solo con i propri dati personali.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!