Come Scegliere le Carte di Credito

Categorie: Finanza

Le carte di credito hanno ormai una diffusione sempre maggiore, e sempre più spesso ci vengono proposte dalle banche in concomitanza con l’accensione di un conto corrente. Quali sono, però, i punti principali da prendere in considerazione, quando scegliamo la carta di credito a saldo? Iniziamo col dire che, con il termine “a saldo” s’intendono quelle carte il cui ammontare ci viene addebitato in un unico conteggio alla fine del mese successivo a quello di riferimento: sono, per così dire, la tipologia “classica” di carta di credito. Esistono anche carte “optional”, che danno la possibilità di effettuare il pagamento in rate anziché in un’unica soluzione, ma sono meno diffuse.

Prima di acquistare la nostra carta di credito, controlliamo con attenzione qual è il circuito a cui fa riferimento. Dobbiamo aver cura di verificare che quello scelto ci dia la possibilità di poter usare la nostra carta nel più ampio numero di esercizi commerciali e banche, oltre che all’estero.


È importante, inoltre, essere sicuri che, in caso di furto o utilizzo scorretto da parte di estranei, il nostro istituto di credito addebiti al massimo la somma prevista dalla Raccomandazione Ue 489/97.

La carta di credito deve essere conveniente. Può sembrare superfluo, ma è di grande interesse fare con esattezza tutti i conti: dai costi dell’invio dell’estratto conto a quelli legati all’uso su circuiti esteri a quelli dovuti mensilmente per una semplice strisciata.

Ormai gli istituti di credito offrono sempre più strumenti per controllare con attenzione i movimenti delle carte di credito, in modo tale che si possa avere sempre il polso delle spese effettuate. Tra questi, i più gettonati sono sicuramente quelli legati all’invio di sms tramite telefono cellulare. Con la sottoscrizione dell’sms alert, a volte gratuito a volte a pagamento, il proprietario della carta riceve un messaggino riepilogativo in cui sono segnati l’importo della spesa effettuata, la data, a volte il saldo totale rimanente. Non tutte le spese sono segnalate tramite sms ma, di solito, soltanto quelle che superano una certa soglia prestabilita: pertanto, se ne abbiamo la possibilità meglio far esplicita richiesta per ricevere l’alert ad ogni acquisto effettuato. Attenzione: se dovessero essere richiesti i dati della carta, diffidare e rivolgersi alla propria banca. È facile che siate incappati in un maldestro tentativo di truffa. Le carte di credito si possono bloccare facilmente usando i numeri che l’istituto di credito fornirà insieme al contratto d’acquisto: teneteli sempre in un luogo diverso da quello in cui conservate la carta di credito.

Per controllare al meglio le spese, vengono messi a disposizione anche strumenti che funzionano via internet. Loggandosi in tutta sicurezza sul sito della propria banca, si potrà accedere alla lista degli ultimi movimenti effettuati, verificando in tempo reale e dando la possibilità di far subito presenti gli eventuali errori che si dovessero riscontrare, prima degli addebiti definitivi sul conto corrente.

L’estratto conto on line, infine, sostituisce quello cartaceo inviato via posta, e quasi sempre viene mandato gratuitamente all’account personale del cliente. Oltre a rappresentare un promemoria molto utile, è da preferire a quello tradizionale, poiché consente di risparmiare e di poter avere i dati richiesti praticamente in qualsiasi momento.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!